top of page

Criteri gestione loculi e cappelle 'perpetue' nei cimiteri alessandrini: "Presentata sospensiva, servono approfondimenti. No ad un cambio delle regole 'in corsa'. Se serve faremo battaglia pubblica"

Lega su criteri gestione loculi e cappelle 'perpetue' nei cimiteri alessandrini: "Presentata sospensiva, servono approfondimenti. No ad un cambio delle regole 'in corsa', a danno dei cittadini. Se serve faremo battaglia pubblica"



"Come avevamo promesso agli alessandrini, abbiamo presentato al consiglio comunale e agli altri organismi competenti, compresa la Prefettura per presa visione, una richiesta di sospensiva delle modifiche del contratto di gestione ventennale dei cimiteri alessandrini. Chiediamo che si torni prima a discuterne nella competente commissione, e che anche il Segretario Generale e l’organo di revisione contabile esprimano il parere di conformità".


Il Gruppo consiliare della Lega a Palazzo Rosso aveva promesso battaglia, e alle parole sono seguiti i fatti, e gli atti. Lo snodo è la possibilità, contestata dal Carroccio, di trasformare loculi e cappelle perpetue in locazioni 'a scadenza', con il conseguente rischio di esborsi non previsti, e a suo tempo non contrattualizzati, per migliaia di famiglie alessandrine.


"Mancano - dice una nota della Lega - sia i presupposti che le ragioni di indifferibilità ed urgenza che possano in alcun modo sostenere una scelta che, qualora legittima, potrebbe prefigurare scenari ed opzioni future per il Comune: non certo per l’attuale concessionario che ha vista attribuita la concessione in forza di un progetto che prevede investimenti a carico del proponente, a fronte di introiti derivanti proprio dalla concessione delle nuove strutture così realizzate, secondo un equilibrio economico finanziario sostenuto e dimostrato dagli stessi concessionari all’atto della formulazione dell’offerta.

Ne deriva che, allo stato delle cose, l’Amministrazione Comunale parrebbe voler intraprendere una iniziativa per la modifica del contratto e quindi del PEF (piano economico finanziario), in ragione della volontà di modificare il Regolamento cimiteriale per consentire la vendita delle concessioni perpetue, così da assicurare maggiore disponibilità di loculi e risolvere la carenza attuale. Peccato che tale obiettivo fosse proprio del contratto di concessione e della gara di appalto, per la quale è stata fatta apposita procedura ed è stato individuato il concessionario, unico partecipante alla procedura che, in allora, prevedeva investimenti rilevanti a carico proprio per risolvere la questione della carenza di loculi. Peccato però che tali strutture andavano realizzate nei primi 2 anni della concessione".


Insomma, la Lega dice no ad un cambio delle regole 'in corsa', che potrebbe significare danno economico per molti in città.


Gruppo Consiliare Lega Comune di Alessandria




Comments


bottom of page