top of page

Mozione a tutela della Centrale del Latte

Dal Comune nessun chiarimento sul disinteresse totale della giunta Abonante per la Centrale del Latte. Noi proponiamo una convenzione per valorizzare i prodotti della Centrale e sensibilizzare all’acquisto dei prodotti locali dei nostri allevatori


L'assessore Laguzzi, nella sua ansiogena esternazione sulla Centrale del Latte, non riesce a fornire alcuna spiegazione della situazione in cui versa l'azienda, e non propone alcuna soluzione concreta per aiutare la stessa e i lavoratori. Noi abbiamo evidenziato, e lo ribadiamo con preoccupazione e rammarico, il grave disimpegno del sindaco Abonante e della sua giunta rispetto ad un'azienda che è davvero un patrimonio culturale, oltre che economico, di tutto il territorio. Posto che le perdite di un'azienda non sono ascrivibili ne all'era Cuttica ne all'era Abonante, ma all'andamento del mercato di quel settore, è chiaro che la presenza (sia pur di minoranza) nell'azionariato della Centrale da parte del Comune capoluogo ha proprio una funzione di controllo e di garanzia sulla filiera del latte. Funzione che parrebbe essere venuta meno il giorno stesso in cui il sindaco Abonante si è insediato, sostituita da un totale disinteresse verso il tema.


I fatti sono chiari: in quanto socio pubblico il Comune di Alessandria avrebbe potuto (e secondo la Lega dovuto) farsi carico in Assemblea dei Soci della Centrale del Latte di promuovere la redazione di un piano di Risanamento Societario a tutela dell’azienda e degli altri Soci. Invece sì è deciso di ignorare il problema Centrale del Latte, e anzi di tentare di vendere le quote detenute. Invano, perché nessuno si è fatto avanti.


Ora chiediamo un impegno forte (per quanto tardivo) del Comune di Alessandria, a tutela dei lavoratori e degli allevatori.

Alle esternazioni isteriche di chi cita a sproposito la vendita di Alegas (straordinaria valorizzazione di un'azienda venduta con tempismo assoluto), e la situazione tragica del Gruppo Amag, a cui la Lega ha dedicato dieci giorni fa una serata di approfondimento pubblica e estremamente partecipata, noi invece proponiamo la concretezza dei fatti.


Nel prossimo Consiglio Comunale infatti avanzeremo una soluzione semplice e concreta per aiutare la nostra Centrale ed i nostri allevatori a costo zero per l’Ente.


Una mozione, senza alcun esborso diretto di risorse, che permetterà un’operazione concreta di rilancio lavorando sul fronte  della visibilità dell’azienda alessandrina che impegni il Sindaco e la Giunta a stipulare una convenzione con Centrale per:

utilizzare gratuitamente il suolo pubblico per iniziative di visibilità pubblicitaria della stessa.

prevedere un abbattimento totale sul canone patrimoniale di concessione autorizzazione o esposizione pubblicitaria per permettere una campagna di sensibilizzazione all’acquisto dei prodotti locali dei nostri allevatori.

consentire un’ampia visibilità tramite banner e spazi sponsor gratuiti da veicolare nelle iniziative e negli eventi promossi dall’Amministrazione Comunale.

predisporre una campagna di comunicazione in sinergia con l’Amministrazione Comunale per consentire un’ampia visibilità alla Centrale stessa considerando l’indispensabile valore economico e sociale della stessa.


La maggioranza che oggi guida la Città starà con noi dalla parte della Centrale del Latte, dei suoi lavoratori e dei nostri allevatori?



Comments


bottom of page